60 ANNI DI IMPEGNO PER I DIRITTI CIVILI, PER LA SALUTE DELLA DONNA, PER IL BENESSERE DELLA COPPIA

 

associazione educazione demografica, centro aiuto, centro sostegno
Endocrinologia

L’ endocrinologia studia le ghiandole, cioè gli organi che producono gli ormoni, sostanze che vengono liberate nel sangue e che esercitano i loro effetti biochimici sulle cellule bersaglio distanti dalla sede di origine dell’ormone stesso.  

Gli endocrinologi dell’AIED sono in grado di occuparsi delle seguenti patologie:

- Tiroditi, ipotiroidismo, gozzo, ipertiroidismo

- ipertricosi /irsutismo ( aumento della peluria femminile )

- alterazioni del ciclo mestruale non legati a cause specificatamente ginecologiche, ovaio policistico.

 

Nello specifico, i servizi offerti sono:

- visite endocrinologiche

- ecografia tiroidea

- agoaspirato noduli tiroidei

Andrologia

L’andrologia si occupa dell’infertilità maschile e dei problemi che riguardano l’attività sessuale, con particolare riferimento ai deficit erettivi, all’ eiaculazione precoce e all’induratio penis plastica. Inoltre rappresenta un’importante momento nella prevenzione delle patologie andrologiche dei giovani. - Si definisce “infertilità” la condizione di mancato ottenimento di gravidanza dopo un anno di rapporti sessuali spontanei e non protetti. Si stima che circa il 15% delle coppie presentino difficoltà di concepimento; il fattore maschile è responsabile di circa il 20% dei casi e rappresenta una concausa del fattore femminile nel 30-40 % dei casi.

La ricerca ed il miglioramento delle tecniche diagnostiche permettono attualmente di evidenziare elementi che possono contribuire all’ipofertilità e, ove possibile, di intervenire con terapie specifiche o con eventuali programmi di assistenza alla procreazione. In particolare, le novità diagnostiche hanno riguardato il fattore maschile, per lo studio del quale sono state messe a punto specifiche indagini di laboratorio e strumentali in grado di svelare condizioni fino a pochi anni fa sconosciute. La visita andrologica può rappresentare il primo approccio al problema. Un’ attenta anamnesi può evidenziare condizioni eredo-familiari o problemi relativi all’infanzia o al periodo di sviluppo puberale, mentre l’esame obiettivo può rivelare condizioni quali il criptorchidismo o testicolo retrattile, l’ ipoplasia testicolare, il varicocele, flogosi e tumefazioni sospette.

Le indagini ultrasonografiche e laboratoristiche rappresentano un ausilio importante per l’approfondimento diagnostico. - Per quanto riguarda i problemi relativi alla sfera sessuale, le ricerche che negli ultimi anni hanno riguardato questa disciplina in parte inesplorata, hanno permesso di mettere a punto metodologie diagnostiche e presidi terapeutici che possono risolvere problemi quali deficit erettivi, eiaculazione precoce e altri aspetti del disagio sessuale. Presso l’AIED è possibile eseguire, oltre alla visita andrologica, esami di approfondimento quali lo spermiogramma e l’ecografia scrotale e peniena.